Artboard 2-80

Next Production Revolution

L’Industria 4.0 e la Nuova Rivoluzione Industriale: una sfida per le PMI

L’Industria 4.0 e la Nuova Rivoluzione Industriale sono argomenti all’ordine del giorno. Si parla spesso di come l’evoluzione radicale dettata dalla quarta rivoluzione industriale abbia modificato per sempre non solo le attività che coinvolgono la produzione, ma soprattutto l’approccio di ogni realtà industriale al lavoro e all’organizzazione dello stesso.

I due termini, ormai, sono sulla bocca di tutti: scopriamone quindi i significati e approfondiamo insieme la loro filosofia.


La filosofia della nuova Industria 4.0 in Italia

Nell’Industria 4.0, siamo di fronte ad una completa automazione dei processi. Questa comporta un minor impiego dello sforzo umano e si concentra sulla controllabilità assoluta dei macchinari, che diventano sempre più autogestibili.

La filosofia dell’industria 4.0, come dichiarato durante l’ultimo G7 Industria/ICT, verte su tre temi fondamentali: inclusione, apertura e sicurezza.

Il tessuto industriale italiano è rappresentato, per il 70% circa, da piccole e medie imprese; è fondamentale che esse siano incluse completamente in questo nuovo scenario di innovazione e che vengano accompagnate, passo dopo passo, nei nuovi processi di digitalizzazione. La transizione, già in atto per alcune e alle porte per altre, verrà sostenuta dai vertici del Paese, con l’obiettivo di intraprendere una collaborazione e una cooperazione mirata tra le PMI e i grandi colossi industriali.

Siamo tutti interconnessi e con noi, anche le nostre aziende. I dati viaggiano in un flusso continuo e libero da vincoli; i nuovi sistemi basati sull’intelligenza artificiale permettono una rapida condivisione delle informazioni, implementando così il benessere dell’intera popolazione.

Questa nuova modalità di circolazione dei dati, se da un lato porta un miglioramento in termini di interconnessione dei soggetti, dall’altro può essere percepita come un rischio. La sicurezza informatica è una questione delicata e, per questo, deve essere monitorata e accertata in ogni istante.


Una Nuova Rivoluzione della Produzione

Con il Rapporto “La Nuova Rivoluzione industriale: implicazioni per i governi e per le imprese”, di 12 capitoli, l’OCSE evidenzia le positività e le criticità che i soggetti economici si troveranno ad affrontare durante il percorso di indirizzamento verso il cambiamento circa l’Industria 4.0 e la Nuova Rivoluzione Industriale. Nello specifico, il documento segnala le modalità con le quali le aziende potranno affrontare le numerose modifiche che investiranno il settore della produzione, il ruolo che i leader del Paese assumeranno, le implicazioni delle così dette nuove tecnologie abilitanti e, di conseguenza, la necessità di avere una chiara e trasparente comunicazione che chiarisca e diffonda le relative informazioni.

In ambito Industria 4.0, nuove tecnologie abilitanti nei sistemi digitali come la stampa 3D, la robotica e nuovi materiali guadagneranno spazio. Da sottolineare è però la modifica che ha visto protagonisti i processi e l’approccio che ogni realtà produttiva sta assumendo nei loro confronti. Condizioneranno gli andamenti economici, occupazionali e reddituali. Si riscontreranno conseguenze anche in ambito commerciale, ambientale e sociale, mutando le condizioni di benessere della popolazione.

Troppo spesso fonti di preoccupazione, l’Industria 4.0 e la Nuova Rivoluzione Industriale sono concetti che racchiudono, nel loro significato e applicazione, una transizione forzata e obbligata ma, non per questo, negativa. Il cambiamento deve per lo più essere accolto come un nuovo stimolo, una possibilità ed un’opportunità irrinunciabile. Le aziende e, con loro, le figure professionali che lavorano al loro interno, hanno la possibilità di far propri i nuovi concetti, sposandone i capi saldi ed investendo positivamente tempo e risorse.


Le necessità dettate dall’adeguamento all’Industria 4.0

Ogni realtà produttiva dovrà affrontare il cambiamento in maniera positiva, seguendo un approccio basato sul raggiungimento di una maggiore efficienza operativa volta a stimolare la produttività, aumentare le proprie conoscenze e acquisire nuove competenze.

“Rispondere in modo efficiente alla sfida di Industria 4.0 significa sfruttare gli enormi vantaggi attesi per il sistema produttivo in termini di flessibilità, velocità, produttività, qualità e competitività” – da “La Next Production Revolution” di Lara Binotti.

Diventa così implicita e doverosa, la condivisione, da parte delle aziende, del proprio sapere internamente ed esternamente al proprio ambiente produttivo. Solo in questo modo, perseguiranno l’obiettivo di trasparenza delle informazioni e raggiungeranno un adeguamento tecnico in ambito delle nuove procedure. Istruzione, formazione e ricerca industriale lavorano in sinergia, co-creando un nuovo know-how che diventerà la guida verso l’Industria 4.0 e la Nuova Rivoluzione della Produzione.


Il punto di partenza per una vera Rivoluzione nel settore Produzione

I dati sono il punto di partenza per seguire il cambiamento. Rilevati con estrema accuratezza e precisione, tramite l’impiego dell’IIoT, vengono ordinati e strutturati per poi essere restituiti in termini di informazioni direttamente usufruibili dai diversi interlocutori aziendali.

Questa è la Data Driven Innovation, l’interdipendenza e l’interconnessione tra fattore umano e macchinario, che, co-operando, agiscono per implementare la digitalizzazione dei processi produttivi.


I Metodi da adottare per l’adeguamento produttivo in ottica Industria 4.0

Con l’avvio dell’Industria 4.0, la Smart Manufacturing delinea le sue componenti chiave, riassunte in analisi dei dati, tecnologie e ingegno umano.

Solo attraverso lo sviluppo di questi 3 elementi combinati, è possibile attuare una produzione intelligente in cui la ricerca e l’osservazione dei dati, effettuate attraverso l’impiego di mirate tecnologie, permette l’utilizzo degli stessi da parte delle realtà aziendali. Queste, risultano essere già in possesso di un grande know-how in termini di ricerca e sviluppo industriale. Queste sono indubbiamente pronte a condividerlo.


L’Industria 4.0 e la Nuova Rivoluzione della Produzione in Holonix

Per affrontare il cambiamento è necessario conoscere a fondo le tecnologie più adeguate alla propria realtà aziendale e capire come sfruttarle.

L’esperienza di Holonix con i propri clienti ha portato alla creazione di percorsi su misura che permettono l’inclusione delle PMI di qualsiasi dimensione e settore, l’apertura agli standard tecnologici adeguati alla propria realtà, l’utilizzo delle migliori tecnologie a garanzia di una maggiore sicurezza, esattamente i temi fondamentali dell’industria 4.0.

IoT EXPERIENCE consente di comprendere impatti, strumenti e scenari di business attrattivi per la propria azienda attraverso l’applicazione di Tecnologie Internet of Things (IoT). Tutti gli oggetti possono acquisire un ruolo attivo grazie all’interconnessione di macchine, persone e dati: è importate capire come sfruttarne le potenzialità ai fini del proprio business.

Scopri le nostre soluzioni