IL NAUTILUS: Lean Design ed Internet of Things: il progetto LINCOLN coordinato dal Politecnico di Milano

MILANO – Sviluppare tre prototipi di barca dalla concezione completamente nuova e testarli attraverso un modello di simulazione dinamica: è l’obiettivo del progetto LINCOLN (Lean Innovative Connected Vessels). Il progetto propone imbarcazioni innovative in grado di eseguire i servizi richiesti per il trasporto di persone e merci per le attività di acquacoltura e produzione di energia offshore, per il monitoraggio costiero, il controllo e sorveglianza, e per il soccorso in mare, nel modo più efficace, efficiente, economico ed eco-friendly.

Il Progetto europeo LINCOLN, in Horizon 2020, è coordinato dal dipartimento DIG del Politecnico di Milano, durerà 3 anni e utilizzerà metodologie innovative di progettazione e tecnologie IoT (Internet of Things) per la concezione di un catamarano multi-piattaforma, di una piattaforma modulabile per barche da pattuglia ad alte prestazioni e di una barca per le attività di recupero e salvataggio lungo la costa.

LINCOLN prevede: un approccio alla modellazione e alla progettazione basato sulla metodologia lean, che si combini con i dati reali collezionati durante la fase di utilizzo delle barche, per supportare lo sviluppo e l’implementazione dei nuovi prototipi; una soluzione IT personalizzata, che permetterà l’acquisizione e l’utilizzo dei dati raccolti sul campo attraverso una piattaforma IoT, per la definizione di nuovi servizi di business; simulazioni ad alte prestazioni computazionali, per ridurre i tempi ed i costi di modellizzazione e test delle imbarcazioni; uno studio economico-ambientale integrato per accertare la sostenibilità delle soluzioni proposte.

Il consorzio è formato da 16 partner tra i quali ci sono aziende europee marittime leader nel settore, service provider, università e centri di ricerca di 6 paesi europei: Politecnico di Milano – coordinatore (Italia), CTN (Spagna), Hubstract (Italia), Technopro (Spagna), BIBA (Germania), Holonix (Italia), Sintef (Norvegia), CINECA (Italia), Hydrolift (Norvegia), Super Toys (Grecia), Inventas (Norvegia), TOI/Zerynth (Italia), CTI (Grecia), BALance (Germania), Aresa (Spagna), CETRI (Cipro).

Il progetto si inserisce, inoltre, all’interno di un cluster di progetti europei sull’innovazione e la digitalizzazione in campo marittimo, che si svolgeranno parallelamente a LINCOLN. Il cluster include i progetti HOLISHIP (HOLIstic optimisation of SHIP design and operation for life-cycle), coordinato da HSVA, e SHIPLYS (Ship Lifecycle Software Solutions), coordinato da TWI.

Un autorevole Advisory Board internazionale, composto da aziende, professionisti ed autorità del settore marittimo, seguirà le attività di LINCOLN durante tutta la sua durata.

Clicca qui per leggere l’articolo completo