Articoli

IL CITTADINO MB: HOLONIX, ANCHE UN AVATAR PER LA GESTIONE DEI PRODOTTI

INNOVAZIONE: HOLONIX, SPIN OFF DEL POLITECNICO DI MILANO, PROTAGONISTA AD HANNOVER

C’è del nuovo in Brianza.  C’è una società nata nel 2010, spin off del èPolitecnico di Milano, associata ad Assolombarda Confindustria Milano Monza Brianza, che ha come obiettivo la realizzazione di prodotti sempre più affidabili per qualità e funzionalità.

Una missione fondamentale, in una nazione che vuole riconquistare quote di mercato nel comparto manifatturiero. Holonix vuole appunto collaborare con le imprese fornendo loro tutti gli elementi per controllare l’intero ciclo di vita del prodotto. Un traguardo, quest’ultimo, raggiungibile grazie alla piattaforma software ideata e sviluppata in Holonix: i-LiKe ( Product Lifecycle Knowledge). La piattaforma è la conseguenza del lavoro di otto anni dei ricercatori del Politecnico di Milano e dell’esperienza accumulata in diversi progetti gestiti a livello europeo.

La società di Meda ha consolidati rapporti di collaborazione con aziende, università e centri di ricerca in tutta Europa.Ha partecipato alla fiera dell’innovazione industriale di Hannover, visitata anche da Obama e collabora, per esempio, con Biba, importante centro di ricerca di Brema. L’istituto tedesco ha scelto come partner PTC, grande società statunitense con 6 mila addetti e 77 sedi sparse per il mondo, e la rampante brianzolissima Holonix, 15 dipendenti e una decina di consulenti esterni. “Per noi- sottolinea l’Amministratore Delegato Jacopo Cassina- è stata una bella gratificazione”.

La società di Corso Italia è talmente sicura della qualità dei propri servizi da offrire un check-up aziendale gratuito. Gli ingegneri vanno in azienda ed individuano, d’intesa con i responsabili, le soluzioni migliori. Lo staff della Holonix comprende ingegneri gestionali, informatici, ambientali, meccanici, specializzati in elettronica, telecomunicazioni e automazioni. Il “pacchetto” migliorativo per un’azienda di medie dimensioni può costare circa 20 mila Euro.

“I fini- sottolinea la responsabile commerciale  Lara Binotti- sono quelli di ridurre gli sprechi e garantire l’efficientamento dei processi produttivi e di manutenzione”. Ma le competenze di Holonix nell’ambito dell’Internet delle Cose non si fermano qui. La società ha ideato anche i-Captain, il sistema per la gestione personale del ciclo di vita dell’imbarcazione.  L’imbarcazione crea una specie di avatar del natante, funzionando pure da antifurto, monitorando le rotte e gestendo la manutenzione. ” I nostri prodotti- aggiunge Cassina- sono testati all’estero e venduti in Italia. Non si può dire che in Italia siamo meno bravi. Ci sono colossi che acquisiscono imprese italiane. All’estero c’è più propensione alla ricerca”.

Clicca qui per leggere l’articolo. 

 

CORRIERE DELLA SERA: L’AUTOMAZIONE RILANCIA IL SAPER FARE NELLE AZIENDE

 

Intervento del presidente di Holonix, prof. Marco Taisch, sulle pagine del “Corriere Innovazione”, inserto del “Corriere della Sera”.

Le imprese di oggi sono alla ricerca di nuove competenze e vogliono favorire gli investimenti nel comparto Hi-Tech, avvicinando il mondo del lavoro alla ricerca.

Siamo nell’era della Quarta Rivoluzione industriale e le aziende del territorio italiano stanno subendo notevoli cambiamenti, al passo con la tecnologia e con lo sviluppo di soluzioni sempre all’avanguardia e vicine alle esigenze di ogni realtà.

Clicca qui per leggere l’articolo.