Articoli

Come la blockchain rivoluziona il settore chimico-farmaceutico

Cosa potrebbe offrire a questo settore?

Internet sta rivoluzionando l’ambito chimicofarmaceutico, così come sta rivoluzionando tutti gli altri settori, a una velocità molto elevata, che costringe le aziende a stare al passo dei competitors nel continuo processo di innovazione. L’informatica, prima dell’avvento della blockchain, è riuscita ad automatizzare svariate procedure, ma determinati controlli relativi alle transazioni, in generale, sono sempre stati molto legati all’intervento umano.

Uno degli ambiti che ha sofferto di questa carenza è “l’Internet of Value”, cioè l’insieme di tutte quelle applicazioni che permettono di scambiare monete (virtuali) o oggetti (concetto di valore). Dopo l’avvento della blockchain nel 2008, circa 10 anni fa, non solo le soluzioni di monete virtuali hanno ottenuto dei benefici, ma anche tutte quelle applicazioni dedite ad accertare l’autenticità, la sicurezza e la consistenza dei dati, in quanto il costo relativo al controllo è drasticamente diminuito.
Uno dei principali problemi legati all’industria farmaceutica è l’incremento della produzione di medicinali contraffatti, fenomeno in crescita, che non solo mette a rischio la salute dei clienti, ma che crea grandi perdite alle aziende del settore.
Grazie all’implementazione della tecnologia blockchain, è possibile tracciare i prodotti farmaceutici, rendendo così il controllo dell’autenticità eseguibile in tempo reale a ogni nuova modifica effettuata al prodotto. La rete blockchain viene inoltre condivisa da tutti gli attori della supply chain e ogni attore contribuisce ad alimentarla.
Come Holonix, stiamo sperimentando questa tecnologia in uno dei progetti di ricerca europei in cui abbiamo il ruolo di partner tecnologico.
All’interno del Progetto ManuSquare (G.A. 761145 | https://www.manusquare.eu/), l’obiettivo è la creazione di una piattaforma comune a tutti gli attori della supply chain, coinvolti in tutto il processo di produzione, dalla creazione di una nuova idea, alla messa della produzione del nuovo prodotto.
Il nostro ruolo specifico all’interno del progetto è la gestione del processo di idea innovation e l’integrazione di tutte le componenti software dei nostri partners.
Grazie all’utilizzo della blockchain, possiamo garantire l’autenticità del dato e quindi rafforzare e rendere efficaci ed efficienti i relativi controlli.
Holonix vuole accrescere il proprio knowhow in termini di blockchain per future implementazioni all’interno dei suoi prodotti.
Nell’ambito IoT, nel quale operiamo da anni, miriamo a integrare la tecnologia blockchain nelle nostre soluzioni, per permettere un controllo maggiore sui dati sensibili come ad esempio i contratti, la compravendita di asset e i controlli sui dati generati.
Il successo che ha questa tecnologia nell’ambito delle monete virtuali è stato l’evento che ha concesso visibilità alla blockchain.

Clicca qui per leggere l’articolo in pdf.

MOBISTYLE rende l’efficienza energetica comprensibile agli utenti tramite informazioni personalizzate

MOBISTYLE rende l’efficienza energetica comprensibile fornendo agli utenti interessanti informazioni personalizzate sull’uso di energia, ambiente interno, salute e stile di vita.

La maggior parte degli edifici di oggi sono dotati di sofisticati sistemi di automazione degli edifici e di sensori. Essi misurano grandi quantità di diversi tipi di dati riguardanti le prestazioni dell’edificio (principalmente in relazione al rendimento energetico o al confort termico). Questi dati sono comunemente usati per la gestione dell’energia di grandi edifici commerciali. Tuttavia,
questi dati spesso non sono disponibili o comprensibili per gli utenti dell’edificio, in particolare dei residenti.

L’esperienza mostra che promuovere l’importanza dell’efficienza energetica di un edificio in quanto tale non è un fattore trainante interessante per cambiare le abitudini quotidiane e lo stile di vita dei suoi utenti. Tuttavia, cambiando il comportamento dell’utente verso un uso più efficiente degli edifici potrebbe contribuire al raggiungimento di uno dei principali obiettivi dell’Unione Europea: ridurre il consumo di energia ed eliminarne lo spreco.

Combinare le informazioni sull’utilizzo dell’energia con altre informazioni pertinenti come quelle relative alla qualità ambientale, alla salute personale ed eventualmente altre interessanti informazioni sullo stile di vita, può essere utile per catturare l’interesse dei consumatori e persino cambiare il loro comportamento rendendo le loro nuove abitudini e i loro interesse a lungo termine.

Come possiamo assicurarci (o aumentare la probabilità) che gli utenti finali inizino effettivamente a utilizzare gli strumenti sviluppati e cambiare così il loro comportamento verso un domani migliore? Per rispondere a questa domanda, è stato sviluppato il progetto MOBISTYLE.

L’obiettivo generale di MOBISTYLE è sensibilizzare l’opinione pubblica e motivare il cambiamento comportamentale fornendo interessanti servizi personalizzati di conoscenza combinata su consumo di energia, ambiente interno, salute e stile di vita, attraverso soluzioni basate sull’IT.

Rendendo più comprensibile le informazioni su energia, salute e stile di vita, gli utenti finali saranno motivati a cambiare il loro comportamento verso un consumo di energia ottimizzato.

Abbiamo sviluppato 3 strumenti nel progetto MOBISTYLE: un tool, una dashboard e un game.

Leggi tutto l’articolo in lingua inglese – pubblicazione sulla rivista REHVA journal.

IT NELLO SPORT: PERFORMANCE E BENESSERE

Come i wearable device stanno rivoluzionando il settore

La progressiva pervasività del digitale vede le persone fisiche costantemente connesse quali utenti di prodotti e servizi fruibili via web, che abilitano e permettono di essere efficienti ed efficaci nelle varie attività quotidiane, tra cui quelle di svago e sportive. Il binomio sport-tecnologia è da sempre presente: alcuni sport nell’ambito “motori” (es. Formula 1) sono nati proprio grazie alla tecnologia, altri hanno invece visto un più faticoso avvento della componente tecnologica.
Attualmente è significativo il trend crescente di adozione di wearable devices, una nuova generazione di dispositivi indossabili quali smartwatch, fitness tracker, visori AR/VR, indumenti sensorizzati.

Significativo è il trend crescente di adozione di wearable devices, una nuova generazione di dispositivi indossabili quali smartwatch, fitness tracker, visori AR/VR, indumenti sensorizzati. Si parla di device “intelligenti”, dotati di connettività ed equipaggiati con sensori in grado di acquisire dati dell’utilizzatore e inviarli online per elaborazioni funzionali alla diagnostica predittiva, al monitoraggio di parametri fisiologici (frequenza cardiaca, temperatura della cute, etc.) e cinematici, all’individuazione del miglior profilo posturale. Il fine ultimo è il conseguimento del benessere psicofisico durante lo sforzo e l’ottimizzazione delle performance atletiche.

Clicca qui per leggere l’articolo completo.

Tecn'è

I-LIKE MACHINES DI HOLONIX PER I PRODUTTORI DI MACCHINE INDUSTRIALI

Trasformazione Digitale, Internet of Things (IoT) e Open Innovation, introducono nuove opportunità per innovare e guadagnare mercato per i produttori. Le aziende se ne rendono conto ma spesso non hanno competenze, risorse e tempo per adottare questi nuovi approcci.

Holonix riesce a rendere semplice l’adozione di queste tecnologie, forte di competenze uniche nel settore nella ricerca, sviluppo e implementazione di prodotti altamente innovativi che utilizzano l’IoT.

E’ in questo contesto che si colloca la soluzione i-LiKe Machines, l’Industrial IoT Suite ideata e sviluppata da Holonix, che ha come obiettivo principale quello di rispondere fin da subito al bisogno dei produttori di macchine industriali di avere un controllo diretto e senza filtri intermedi sulle unità installate presso i proprio clienti.

Continua a leggere

PMI E INNOVAZIONE: NON ME LA POSSO PERMETTERE!

Non è vero che l’innovazione è troppo difficile o troppo costosa!

«Possedere internamente tutte le competenze necessarie per la gestione di progetti ad alta innovazione, tenendo il passo con l’evoluzione esponenziale della tecnologia, sta diventando sempre più difficile e oneroso». Fosse vero, sarebbe un bel guaio! Le cosiddette tecnologie “smart” stanno infatti diventando la base di partenza per introdurre elementi di innovazione radicale, sia di prodotto che di processo. Molti pensano che i vantaggi derivanti dall’innovazione possano essere esclusivo appannaggio della grande azienda che ha possibilità di padroneggiare la tecnologia e di mettere in campo investimenti milionari, e che le PMI debbano limitarsi a considerare innovazione il solo ammodernamento di un impianto o la sostituzione di un macchinario, possibilmente sfruttando gli incentivi disponibili; ma il processo di innovazione è prima di tutto culturale piuttosto che tecnologico. Esso risiede nella voglia di mettersi in gioco e abbandonare gli schemi seguiti da sempre.

Continua a leggere

INTERVISTA A EVA COSCIA – R&I DIRECTOR@HOLONIX

Per leggere l’articolo completo:  Innovation Post

ANSA : Holonix corre con l’Internet delle cose

Cresce Spin off PoliMi con progetto per macchine intelligenti

Quando il concetto di Industria 4.0 era sconosciuto in Italia, c’era chi scriveva una tesi di dottorato sulla gestione del ciclo di vita dei prodotti intelligenti e oggi ringrazia Angela Merkel per “aver reso un’idea da addetti ai lavori una cosa che capiscono tutti”. E’ Jacopo Cassina, ingegnere del Politecnico di Milano e fondatore di Holonix assieme all’attuale presidente, Marco Taisch, docente in prima linea nello sviluppo dell’Industria 4.0 italiana. Holonix è uno spin off del Politecnico nato nel 2010 per riversare nell’ambito industriale anni di ricerche internazionali.

Il piano Industria 4.0 spiega, “ha portato un cambiamento di mentalità negli imprenditori, dando un aiuto forte nella comprensione del mondo della digitalizzazione delle imprese”. In azienda, soprattutto per quanto riguarda le soluzioni Iot (Internet of Things) per le macchine industriali, c’è stata “un’impennata di ordini negli ultimi mesi”. Le aziende “si stanno muovendo perché hanno iniziato a capire. Sarebbe molto importante portare avanti questo discorso negli anni”. Con Holonix “siamo partiti in tre persone, oggi siamo in 21, e vogliamo supportare le aziende nell’innovare i loro prodotti, processi e servizi, implementando un approccio Internet of Things che liberi valore aggiunto nella conoscenza del ciclo di vita del prodotto” spiega Cassina. In particolare, il gruppo partecipa a progetti di ricerca europei che gli consentono “di comprendere il mercato e innovare le nostre stesse soluzioni”. Come, ad esempio, i-Like Machines, la piattaforma che connette le persone tramite macchine industriali intelligenti. Una soluzione “pensata per far collaborare chi produce la macchina, chi fa manutenzione e chi la utilizza, affinché tutti gli attori possano trarne vantaggio” spiega Cassina. In pratica, “abbiamo automatizzato questa relazione, che già esisteva, facendo in modo che i dati vengano presi dalla macchina, mostrati a chi la usa e condivisi con chi l’ha progettata”. In questo modo il produttore può vedere i dati veri che gli consentono di capire meglio come l’impianto si comporta, quindi, di migliorarlo. “Abbiamo un’esperienza decennale che deriva dalla ricerca con anni di applicazioni sul mercato e molte soluzioni installate in settori differenti”, dalla nautica, alla produzione industriale, dall’alimentare al chimico, dal manifatturiero all’automotive. L’azienda ha chiuso il 2016 con un fatturato di 1,1 milioni di euro e conta di arrivare a 1,5 milioni nel 2017.

Clicca qui per leggere l’articolo 

TECN’E’ : NAUTICA 4.0

Grazie a i-Captain Management System la nautica entra in Industry 4.0 ed Holonix risponde alle esigenze di cantieri e costruttori di imbarcazioni

L’Internet of Things è un insieme di tecnologie che permettono di rendere gli oggetti comunicanti, connessi ed intelligenti, ed è così che le scarpe che indossiamo ci dicono quanti metri abbiamo percorso, che la sveglia suona prima in caso di traffico sulla strada che tutti i giorni percorriamo per andare al lavoro, che il cellulare ci dice quanti grammi di carne mangiare per avere la razione quotidiana di proteine.

Grazie all’Internet of Things, il mondo del digitale può oggi abbracciare anche la nautica, creando intelligenza e comunicazione : sicurezza, affidabilità, controllo e tranquillità creano un valore aggiunto alle imbarcazioni.

Holonix, uno spin off del Politecnico di Milano, che si occupa di efficientamento dei processi produttivi implementando un approccio Internet of Things che liberi valore aggiunto alla conoscenza del ciclo di vita del prodotto, ha progettato e sviluppato l’i-Captain Management System, una soluzione per rispondere alle esigenze dei cantieri e dei costruttori di imbarcazioni.

Attraverso questa innovativa soluzione, il cantiere navale ha accesso ad una serie di informazioni che gli consentono di conoscere il reale utilizzo delle sue imbarcazioni, pianificando ed erogando manutenzione in modo “condition based” o “predittivo”. Come? Con una web app facile ed intuitiva che Holonix offre ai propri clienti customizzandola completamente in base alle esigenze di questi ultimi e che consente di controllare in ogni momento, da remoto, lo stato di tutti i componenti dell’imbarcazione stessa, ricevendo in real time allarmi in caso di malfunzionamento o blocco del sistema. Risultato? Più know-how per il produttore delle imbarcazioni che, conoscendo il reale utilizzo di queste, riesce a gestirne il periodo di garanzia, pianificarne la manutenzione, fidelizzando il rapporto con il cliente e rimanendone l’unico punto di riferimento;  più sicurezza per il proprietario delle barche stesse, che usufruisce di una manutenzione certificata, prevenendo guasti improvvisi o malfunzionamenti inaspettati.

“Siamo lieti di riversare le nostre competenze nel settore nautico”, dichiara Jacopo Cassina, CEO di Holonix, “E, non dimentichiamo il Piano Industria 4.0 che prevede l’iperammortamento dei beni al 250%  a beneficio dei produttori di imbarcazioni dedicate ad un’attività professionale (e.g. rental, barche da lavoro)”.

 

clicca qui per leggere l’articolo completo

TECN’E’ LAB- HOLONIX PROPONE AL MECSPE LA MACCHINA INTELLIGENTE

Dal 17 al 19 marzo Holonix (www.holonix.it), spin off del Politecnico di Milano, sarà tra gli espositori della fiera MECSPE.

Al Mecspe, lo scenario che ospiterà numerosi attori del mercato industriale italiano e internazionale, Holonix presenterà l’innovativa soluzione che permette di rendere i macchinari intelligenti e comunicanti: i-LiKe Machines. Questa nuova suite permette la comunicazione tra macchina e uomo (M2H) grazie alla metodologia Internet of Things, rilevando, tramite sensori idonei, i dati direttamente dal campo.

La soluzione è dedicata sia ai grandi produttori che agli gli utilizzatori delle macchine industriali. i-LiKe Machines si compone, infatti sia di un’app per gli utilizzatori, che consente il monitoraggio dei tempi di ciclo della macchina, lo stato di usura degli utensili, il numero dei pezzi prodotti, la ricezione in tempo reale degli allarmi in caso di malfunzionamento o blocco del macchinario, sia di una piattaforma per il produttore delle macchine, che permette la geolocalizzazione del parco installato, l’accesso ai dati di manutenzione e la gestione del magazzino ricambi.

La nuova frontiera dell’ottimizzazione e dell’efficienza dei processi produttivi è dunque la “Macchina 4.0”: chi utilizza le macchine potrà ottimizzare i tempi, le risorse e quindi i costi; chi produce le macchine, dotando le proprie attrezzature di intelligenza e connettività, potrà innovare la gamma di servizi, offrendo ai clienti un’esperienza avanzata, aumentando il valore percepito e generando, nel contempo, nuovi flussi di introiti.

Durante l’evento fieristico, Holonix omaggerà le aziende in visita allo stand G02 del padiglione 5 di un check up gratuito onsite per valutare il loro grado di efficienza e di Lean Oriented. Inoltre, i- Like Machines sarà offerta per la durata della manifestazione a un prezzo speciale.

Clicca qui  per leggere l’articolo

HOLONIX E’ L’IMPRESA DELLA SETTIMANA PER ASSOLOMBARDA

Lo spin off del Politecnico di Milano è stato scelto da Assolombarda come Impresa della Settimana

Meda, 12 Gennaio 2016- Holonix è il protagonista, per una settimana, del sito www.assolombarda.it. L’associazione delle imprese industriali del terziario che operano nelle province di Milano, Lodi e Monza e Brianza ha infatti scelto lo spin off del Politecnico di Milano come Impresa della Settimana, dedicandogli l’homepage del sito istituzionale.
Holonix Srl è uno Spin off del Politecnico di Milano, che si occupa di efficientare i processi produttivi e di soluzioni integrate per il ciclo di vita del prodotto.
La sede operativa di Holonix si trova a Meda, a pochi passi dalle più grandi realtà produttive della Brianza. La mission dello spin off, nato nel 2010, è quella di innovare implementando prodotti nuovi o significativamente migliorati e nuovi metodi organizzativi in ambito di business. L’ obiettivo è quello di aiutare le aziende a innovare i propri prodotti, processi e servizi (produzione, logistica, manutenzione, assistenza ecc.), implementando un approccio Internet of Things che liberi valore aggiunto nella conoscenza del ciclo di vita del prodotto.
L’innovazione apportata da Holonix abbraccia diversi settori: dalla nautica, alla produzione industriale, dall’alimentare al chimico, dal manifatturiero all’automotive. Holonix è in grado di offrire alle aziende le più avanzate soluzioni per ottimizzare ed efficientare la produzione, andando a mappare i processi ed ad operare sulle sacche di inefficienza.
Holonix è parte di numerosissimi progetti internazionali (più di 15), finanziati dalla Commissione Europea che permettono di acquisire know how ed esperienza che l’azienda mette poi a completa disposizione dei suoi clienti in campo industriale, garantendo loro soluzioni sempre all’avanguardia e innovative.
“Per gli Associati di Assolombarda, Holonix mette a disposizione gratuitamente i suoi esperti per un check up in azienda al fine di valutare il proprio livello di Lean oriented” – dichiara Lara Binotti- Direttore Commerciale di Holonix.
Basterà mandare la propria richiesta alla mail : commerciale@holonix.it

Per scaricare il comunicato stampa clicca qui

Eventi

Nessun risultato

Spiacente, nessun articolo corrisponde ai tuoi criteri